Nord Stream: Ecologia

Scritto da: Dobriy Shubin

  Niente di personale, solo affari.

  Secondo dw.com, Nord Stream 2 ha presentato domanda per la costruzione di un gasdotto in inverno e in primavera. Gazprom spiega il ritardo nella costruzione dovuto ai ritardi nell’ottenere il permesso dalla Danimarca.

  Ma non è così semplice. Guardiamo la situazione nel suo complesso.

  Gli ambientalisti tedeschi insistono nel respingere la domanda per la costruzione di un gasdotto in inverno e in primavera. I lavori invernali possono interferire con lo svernamento di milioni di uccelli acquatici al largo della costa baltica. Gli ambientalisti insistono sul fatto che i lavori dovrebbero essere eseguiti secondo il calendario ottimale per gli uccelli — nell’estate del 2020.

  Anche il Club Ambientale Polacco, un’organizzazione non governativa, ha presentato un reclamo contro la decisione dell’Agenzia danese per l’energia (DEA) di rilasciare i permessi per la posa del gasdotto Nord Stream 2 lungo il percorso a sud-est dell’isola di Bornholm. Gli ambientalisti polacchi hanno presentato sette denunce, sono fiduciosi che la costruzione del gasdotto avrà un impatto negativo sulle specie protette del mondo vivente del Baltico. Gli ambientalisti polacchi lamentano anche la mancanza di tempo per l’appello del pubblico e la mancanza di una documentazione completa del progetto.

  Darò un suggerimento agli ambientalisti — nessuno vi darà il progetto completo. E non perché sia un segreto commerciale. I dati del progetto saranno intenzionalmente nascosti. Dopo tutto, l’influenza negativa del gasdotto esiste già. Diamo un’occhiata da vicino alla mappa del terminale di ricezione del Nord Stream.

  Trovatela su google maps alle coordinate 54.15161616, 13.656664.

Nord Stream: Ecologia

  Perche’ pensate che la mini centrale della turbina a vapore sia in questa struttura? Un dettaglio importante — si noti che è stata costruita durante il terminal! Quindi non è necessaria direttamente per il terminale? Forse si tratta di un oggetto ausiliario? Qual è il suo scopo?

  Vi dirò un segreto, leggetelo attentamente! E’ nascosto nella tecnologia del trasporto del gas. La pressione del gas nel gasdotto sottomarino è più alta che in superficie o sottoterra. Quando il gasdotto sottomarino va a terra, la pressione deve essere abbassata per un ulteriore trasporto attraverso gasdotti aerei o sotterranei. Il processo di riduzione della pressione del gas si chiama riduzione. Il processo è accompagnato da un forte calo della temperatura del gas dopo un diaframma di riduzione. In modo che il diaframma non si congeli e il processo sia continuo — il gas viene riscaldato prima della riduzione. A tal fine è stato costruito un enorme locale caldaia presso il terminale di ricezione. Ecco una foto di questa casa caldaia per capire la potenza e le dimensioni delle caldaie.

Nord Stream: Ecologia

  Per calcolare correttamente la quantità di calore necessaria per riscaldare un gas, è necessario conoscerne la pressione e la temperatura. Con la pressione, tutto è semplice — è calcolata in anticipo e supportata da compressori. Ma la temperatura è un problema. Il gas trasportato su una sezione sottomarina estesa del gasdotto viene raffreddato dal freddo Mar Baltico. Qual è la temperatura del mare alla profondità del gasdotto? I tedeschi hanno progettato il terminale di ricezione, e sono persone serie e qualificate. Credo che abbiano preso dati dalle fonti di ricerca più accreditate. Sulla base di questi dati, hanno determinato la temperatura del gas e, di conseguenza, hanno determinato la potenza del locale caldaie. Ma perché una mini centrale a turbina a vapore è collegata al locale caldaie?

  E’ semplice — il Mar Baltico si è rivelato essere molto più caldo di quanto gli esperti pensassero!!! Pertanto, la temperatura del gas nel condotto sottomarino era molto più alta di quella calcolata. Ed era necessario riscaldare il gas solo un po’ prima della riduzione. Ma è già stato costruito un enorme locale caldaia! È molto difficile regolare la potenza di un enorme locale caldaie a carico minimo. Scaricare calore nell’atmosfera in Germania è un crimine e punibile per legge. Per questo motivo hanno deciso di scaricare il calore in eccesso nella turbina, generando contemporaneamente elettricità e vendendola alla rete.

  Pertanto, cari ecologisti europei, dovete anche lavorare per valutare l’impatto termico del gasdotto sull’ecologia del Mar Baltico. Dopo tutto, si è rivelato più caldo del previsto. Quindi questi dati, non del tutto accurati, sono stati utilizzati anche per valutare l’impatto ambientale della costruzione del gasdotto. Gli ingegneri tedeschi non possono aver perso così tanto, avevano solo i dati iniziali sbagliati. Gli ambientalisti hanno bisogno di ottenere archivi di dati sulla temperatura del gas dalla sezione sottomarina del gasdotto — questo è un eccellente materiale scientifico per uno studio scientifico dettagliato. In questo modo è possibile valutare le temperature reali delle profondità del Mar Baltico. E già sulla base di questi dati per valutare la situazione reale con la costruzione del gasdotto. Ma, credo, questi dati vi saranno nascosti in tutti i modi possibili. Forse gli attivisti spalmeranno persino sulla maniglia della porta una specie di veleno. E gli sfortunati uccelli che hanno intenzione di allontanare dallo svernamento non sono probabilmente i maggiori danni per questi gasdotti. Alla Russia non interessa la vostra ecologia, niente di personale.